fbpx

Culturalia di Norma Waltmann / Comunicazione d’arte e organizzazione eventi culturali

UNA TARGA PER I BRONZI DI GIUSEPPE ROMAGNOLI

BOLOGNA, PALAZZO D’ACCURSIO
dal 07/10 al 07/10

Dopo la ricollocazione dell’opera di Giuseppe Romagnoli L’Amor Patrio e Valor Militare nella sua sede originaria sulla facciata di Palazzo d’Accursio in Piazza Maggiore, avvenuta il 28 febbraio 2019, lunedì 07 ottobre 2019 alle ore 13:00 alla presenza dell’Assessore cultura e promozione della città del Comune di Bologna, Matteo Lepore, è stata inaugurata la targa che, oltre alla didascalia dell’opera, porta il nome del mecenate che ha sostenuto il progetto di restauro dell’opera: Francesco Amante.

Il lavoro di Francesco Amante ha inizio nel 2012, quando l’Amministrazione comunale fa scoprire all’imprenditore bolognese i due altorilievi bronzei abbandonati nel cortile dell’Accademia di Belle Arti.

Francesco Amante, sensibile all’arte, non solo grande appassionato, ma attivo sostenitore di attività culturali di alto livello, prende a cuore il progetto e inizia a interessarsi alle possibilità e alle modalità di restauro e ricollocazione dei due capolavori del Romagnoli.

Ho due passioni, l’arte e i motori e in entrambi i campi mi piace restituire qualcosa alla mia città, che mi ha dato tanto” – Francesco Amante

Su impulso dell’Assessore Matteo Lepore, il progetto viene appoggiato e approvato dal Comune nel 2018 attraverso lo strumento del Patto di Collaborazione e l’imprenditore e mecenate Francesco Amante si fa carico di sostenere  l’intero processo di restauro e di ricollocazione, sulla base di un progetto approvato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara.

PressKit

download

  • CARTELLA STAMPA
  • COMUNICATO STAMPA

weblinks

 

Fotogallery

Sei interessato alla promozione e comunicazione del tuo evento, mostra o progetto?

Compila il modulo di contatto descrivendo la tua richiesta.

Oppure contattaci telefonando al numero:

Torna su