fbpx

Culturalia di Norma Waltmann / Ufficio stampa e comunicazione d’arte e cultura

Eleonora Rossi in mostra con “Hope. Tenderness, Resistance” a Bologna e a Massa Carrara

Bologna e Massa Carrara
dal 17 aprile al 31 maggio 2010

“Hope. Tenderness, Resistance” è il titolo che unisce le due mostre di Eleonora Rossi, che si terranno dal 17 aprile al 14 maggio presso la galleria Contemporary Concept di Bologna e dal 1° al 31 maggio presso la Sala degli Specchi del Palazzo Ducale di Massa Carrara. Questa seconda mostra è realizzata con il patrocinio della Regione Toscana, in collaborazione con la Provincia di Massa-Carrara, il Comune di Massa, il Comune di Carrara, la Camera di Commercio di Massa Carrara, la Comunità Montana della Lunigiana, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara.

Eleonora Rossi conduce la propria ricerca artistica attraverso l’utilizzo di diversi media espressivi – dalla pittura al disegno, passando per video, installazioni e fotografia – per sviluppare i temi cardine di una poetica incentrata sulla continua sperimentazione, come lei stessa afferma:

“Pittura e disegno mi permettono una forma espressiva allo stesso tempo rapida, che risponde all’urgenza espressiva e assecondano la decantazione necessaria alla riflessione. Mi permettono di sperimentare attraverso il segno e il colore, stratificando acrilici, spray e bitume la dimensione spaziale, mentre il video consente di declinare i temi e le visioni connesse in una dimensione fluida, in un processo in cui è il tempo, con le sue varie implicazioni di avvenimenti e casualità il vero protagonista e la fotografia mi costringe ad un esercizio disciplinato per cristallizzare immagini pregnanti, scolpite che bloccano il tempo, l’evento per consegnarlo alla memoria”.

Temi alimentati da forte tensione verso il reale che ruotano da sempre attorno alle varie declinazioni della relazione arte e vita, nei quali la componente biografica e della memoria assume una forma metaforica per trasformare la dimensione personale in una visione universale.

Il progetto espositivo a Bologna è a cura di: Francesca Baboni e Stefano Taddei mentre a quello di Massa si aggiunge Valerio Dehò – autore del testo critico sul video inserito in catalogo. La mostra è una produzione TIMECODE con il coordinamento organizzativo ed editoriale di Alessandro Romanini per ARTLAB.

UFFICIO STAMPA CULTURALIA

PressKit

download

weblinks

Fotogallery

Sei interessato alla promozione e comunicazione del tuo evento, mostra o progetto?

Compila il modulo di contatto descrivendo la tua richiesta.

Oppure contattaci telefonando al numero:

Torna su