fbpx

Culturalia di Norma Waltmann / Ufficio stampa e comunicazione d’arte e cultura

Incontro “SOROR MEA, SPONSA MEA. Arte e musica nei conventi femminili a Bologna tra 500 e 600”

Ex monastero di Santa Cristina e Museo della Musica, Bologna
dal 22 al 23 ottobre 2005

Sabato 22 e domenica 23 ottobre, a Bologna si svolgerà un Convegno di studi internazionale “Soror mea, Sponsa mea. Arte e musica nei conventi femminili in Italia tra Cinque e Seicento”. Il convegno è organizzato da Unasp-Acli con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Bologna, dell’Associazione Orlando, dell’Università degli Studi e ha il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

È il primo convegno dedicato a questo tema in Italia e si svolgerà nell’ex monastero di Santa Cristina, oggi dell’Ateneo bolognese, luogo in cui, nel XVII secolo, le monache camaldolesi cantavano e suonavano in un modo talmente eccelso da richiamare sempre un pubblico numeroso.

Questa attività, grazie a diversi studi, sta riemergendo e ci si rende sempre più conto che, almeno fino al Concilio di Trento, proprio tra le mura dei conventi femminili sbocciarono la passione per l’arte e per la musica. Alcune monache si dedicarono addirittura alla composizione, evento non comune in un mondo dove protagonismo e intraprendenza femminile non erano previsti.

Al Convegno, sabato pomeriggio a Santa Cristina e domenica al Museo della Musica, saranno presenti numerose studiose: le filosofe Francesca Rigotti, autrice per Il Mulino di memorabili saggi sui rapporti fra filosofia e quotidianità femminile, e Adriana Cavarero che, nel 2003, ha pubblicato “A più voci. Filosofia dell’espressione vocale” per Feltrinelli. La storica dell’arte, Vera Fortunati, docente all’Università di Bologna, curatrice del volume “Vita artistica nel monastero femminile. Exempla”, l’esperta di iconografia musicale Mariagrazia Carlone, la storica Paola Donadi, Università di Urbino. Dall’Università di York viene Helen Hills, esperta dell’architettura nei monasteri femminili. Chiara Sirk, critico musicale, parlerà della discografia relativa alla musica composta da monache tra il Cinque e il Seicento. Concluderà Candace Smith, che, nel 1991, a Bologna, ha fondato Cappella Artemisia, il primo ensemble dedicato alla musica composta per e nei conventi femminili in Italia fra il XVI e il XVII secolo.

UFFICIO STAMPA CULTURALIA

Sei interessato alla promozione e comunicazione del tuo evento, mostra o progetto?

Compila il modulo di contatto descrivendo la tua richiesta.

Oppure contattaci telefonando al numero:

Torna su