fbpx

Culturalia di Norma Waltmann / Ufficio stampa e comunicazione d’arte e cultura

In arrivo a Bologna una retrospettiva su Carlo Gajani a cura di Renato Barilli

A dieci anni dalla morte di Carlo Gajani, arriva – dall’8 ottobre al 6 novembre 2020 – a Bologna una grande retrospettiva dell’artista a cura di Renato Barilli (coadiuvato da Piero Casadei e Luca Monaco per la fotografia e Giuseppe Virelli per la pittura) negli spazi del Centro Studi della Didattica delle Arti di Via Cartoleria 9. La mostra è promossa dalla Fondazione Carlo Gajani presieduta da Angela Zanotti Gajani e dal Liceo artistico Francesco Arcangeli di Bologna.

CARLO GAJANI IN MOSTRA A BOLOGNA

La mostra ripercorre l’intera carriera di Gajani attraverso una vasta selezione di opere che copre un arco temporale di oltre quarant’anni diviso in tre sezioni principali. La prima e la seconda sono dedicate rispettivamente all’incisione e alla pittura e vanno dagli anni Sessanta agli anni Settanta del secolo scorso, con un percorso che pone sotto la lente d’ingrandimento il passaggio dell’artista dalla prima fase Informale a quella propriamente Pop, per concludersi con un ultimo periodo caratterizzato dalla sperimentazione di una sorta di pittura “neo-divisionista”.

Carlo Gajani è stato un artista bolognese che si è dedicato principalmente all’incisione, alla pittura e alla fotografia. Negli anni ’70 rivolge il proprio interesse verso il ritratto dipinto a partire da una base fotografica ed esegue così numerosi ritratti di artisti, scrittori e intellettuali – da Moravia a Pasolini, da Calvino a Eco, da Arbasino a Ginzburg. Altri temi e soggetti di suo interesse sono stati i paesaggi urbani e non, i nudi e i rapporti che si instaurano tra fotografo e modella. Le opere di Gajani sono state esposte in diversi spazi privati e pubblici in Italia, Francia, Regno Unito, Germania, Stati Uniti e Canada.

PRESS KIT & IMMAGINI

Condividi sui Social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

News che ti potrebbero interessare:

Dopo il presentismo tempo e condizione umana Francois Hartog Roberto Balzani

“Dopo il presentismo: tempo e condizione umana?”. Un dialogo tra uno dei più influenti intellettuali europei François Hartog e il Prof. Roberto Balzani

La nostra storia contemporanea, la nuova quotidianità umana in tutte le sue sfaccettature, letta attraverso il presentismo. Uno dei più influenti intellettuali europei François Hartog – Direttore di studi emerito presso l’École des hautes études en sciences sociales (EHESS) – dialoga con Roberto Balzani, Professore ordinario di Storia contemporanea dell’Università di Bologna. Il 6 maggio

fondazione bottega finzioni conferenza stampa

Fondazione Bottega Finzioni si presenta in conferenza stampa

Dopo 10 anni di intensa attività nell’ambito della narrazione, Bottega Finzioni, la nota scuola di scrittura e casa di produzione, si trasforma e diventa la prima Fondazione narrativa italiana   Giovedì 22 aprile 2021 alle ore 11.30 in diretta streaming sulla piattaforma Zoom, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della Fondazione Bottega Finzioni. Dopo

Culturalia ufficio stampa comunicazione Fondazione Bottega Finzioni

Fondazione Bottega Finzioni sceglie Culturalia per la comunicazione

Nasce una nuova collaborazione tra Fondazione Bottega Finzioni e Culturalia   Per tutto l’anno 2021 Culturalia sarà responsabile della comunicazione e dell’ufficio stampa di Fondazione Bottega Finzioni, Fondazione narrativa tra le prime in Italia con sede a Bologna, scuola di scrittura, cinema, letteratura, format tv, documentari e produzioni per ragazzi. Una nuova partnership che vedrà

Torna su